Home  |  Forum  |  Chi Siamo  |  Contatti
 

• Ambiente e archeologia
• Costruito storico e architettura
• Conservazione, restauro e valorizzazione dei BB.CC. mobili
• Impiantistica, Organizzazione e gestione delle strutture museali
• Applicazione delle nuove tecnologie informatiche e telematiche ai BB.CC.AA.
• Gestione e valorizzazione del territorio
• Diffusione ed integrazione dell'innovazione

   
     
 
Modello tridimensionale del sottosuolo per la Piana costiera di Paestum
 

 

 

Indagini per la difesa dei beni ambientali e culturali dai dissesti idrogeologici 

 

 

 

 
 

 

Ai fini della valutazione dei rischi di danneggiamento per dissesto idrogeologico di beni ambientali e culturali (emergenze naturalistiche, edifici storici isolati, resti archeologici), un primo indispensabile passo è quello che punta a definire la suscettibilità di ogni singolo sito ai fenomeni di dissesto cui esso può risultare esposto in ragione dello specifico contesto geomorfologico e geologico.

In tale campo, si offrono servizi di consulenza e studio finalizzati alla definizione dei contesti geologici locali, alla caratterizzazione delle morfodimaniche potenziali, al  riconoscimento di tracce di dissesti pregressi ed alla valutazione delle suscettibilità  specifiche anche in base alla ricorrenza ed alla gravità dei fattori predisponenti. Le fasi di indagine si basano sulla preliminare analisi critica delle eventuali valutazioni preesistenti (ad esempio: Piani Stralcio delle Autorità di Bacino), rilievi sul terreno, interpretazione morfodinamica di fotoaeree,  analisi di carte topografiche a grande scala, analisi delle variabili meteorologiche (per la loro influenza su alcuni fenomeni franosi e sulle piene fluviali), analisi delle variabili meteomarine (per i contesti costieri). Nei casi che lo richiedono, si pianificano ed attivano sistemi di monitoraggio dei dissesti in atto (o di sospetta attività/riattivabilità) a mezzo di strumentazioni in sito.

 

Torna sopra