Home  |  Forum  |  Chi Siamo  |  Contatti
 

• Ambiente e archeologia
• Costruito storico e architettura
• Conservazione, restauro e valorizzazione dei BB.CC. mobili
• Impiantistica, Organizzazione e gestione delle strutture museali
• Applicazione delle nuove tecnologie informatiche e telematiche ai BB.CC.AA.
• Gestione e valorizzazione del territorio
• Diffusione ed integrazione dell'innovazione

   
     
 
 

 

 

Umidità nelle murature: diagnosi e proposte d’intervento

 

 
 

 

I problemi legati all’umidità nelle pareti, soprattutto in edifici antichi e storico monumentali, sono molti e diversi: formazione di muffe, riduzione della resistenza termica dei materiali, disgregazione, frantumazione, sfarinamento ed erosione degli strati superficiali delle pareti.

Altrettanto complessa è la diagnosi della causa di umidità in una parete, sia perché diverse cause possono determinare una stessa manifestazione (condensa superficiale o interstiziale, umidità ascendente per risalita capillare di acqua nelle pareti, umidità da terrapieno, meteorica o da costruzione) sia perché diverse cause possono interagire tra loro.

Il centro offre un servizio integrato per l’analisi di tali fenomeni e la diagnosi delle cause di umidità, suggerendo eventuali tecniche di risanamento e/o valutando l’effettiva efficacia di interventi già realizzati. A tale scopo gli operatori del centro, che vantano un’esperienza ventennale nel settore, si avvalgono di una collaudata metodologia di diagnosi e valutazione quantitativa del fenomeno per giungere alla determinazione e alla verifica delle possibili cause.

Le misure delle grandezze fondamentali per la caratterizzazione igrometrica di murature umide vengono effettuate attraverso l’utilizzo di attrezzature specifiche quali: camera climatica, essiccatori con soluzioni saline, stufe, bilance analitiche, bilance termoessiccanti e misuratori al carburo di calcio. Naturalmente tutte le analisi vengono effettuate seguendo un protocollo basato sulla normativa vigente, in particolare secondo le Raccomandazioni UNI NORMAL.

 

 

Torna sopra